BIOLUMINESCENT FOREST – il videomapping per la natura

Metti insieme tre visionari artisti come Tarek Mawad (3D artist), Friedrich Van Schoor (Multimedia designer) e Achim “Künstler” (conosciuto come UFO Hawaii, compositore e produttore) e otterrete il risultato che state per vedere. Per fare tutto ciò hanno usato la tecnica del videomapping ispirandosi ai fenomeni bioluminescenti, tipici di alcuni esseri viventi. E’ un cortometraggio di 4 minuti, girato all’interno di una foresta.  il progetto cerca di rendere viva la foresta, tessendo su di essa micro emissioni di luce. Cortecce, funghi, foglie, rami si accendono in un incantesimo tecnologico nella quiete solenne del bosco, accompagnati da effetti sonori perfettamente sincronizzati al visivo che aumentano ed amplificano questo fenomeno simulato. Siamo abituati a vedere questo tipo di tecniche su grandi superfici Architettoniche per ricreare effetti spettacolari, ma qui il risultato non è da meno, anzi. Questa interazione dimostra che si può produrre artisticità in natura senza distruggerla, ma traendone qualcosa di positivo e poetico.

Per comunicare il loro lavoro hanno un sito dedicato in cui viene illustrato tutto il progetto, ma se siete pigri potete gustarvi il cortometraggio e il making-off qui sotto, sul nostro blog.


Projections in the Forest from 3hund on Vimeo.

Behind the scenes – (Projections in the Forest) from 3hund on Vimeo.

This post has already been read 810 times!